venerdì 23 marzo 2018

Ombre cilene: il Papa e il caso Barros. La Chiesa fra omicidi, generali e colpi di Stato

“Vedo il corpo incosciente di Schneider, immobile sul lettino, il viso di marmo e il busto bagnato di sangue. Una delle tre pallottole gli ha perforato i polmoni, sfiorato il cuore e infranto il fegato. Sento un intenso dolore di fronte alla tragedia del mio grande amico ed è come se precipitassi in un nero precipizio, vertiginosamente illuminato da immagini sinistre di gente spaventata che grida mentre mitragliatrici sparano e bombe esplodono”.
Salvador Allende con il generale Carlos Prats

giovedì 1 marzo 2018

Croce e moschetto…come l’estrema destra prova a rifarsi il trucco con la fede


In vista del voto del 4 marzo, la destra italiana, estrema e nazionalista nei modi e nei contenuti, prova a cristianizzarsi, a rifarsi il trucco per confondere un po’ le acque. Il tentativo è quello di darsi una patina di credibilità e di tranquillizzare un po’ l’opinione pubblica dopo i furori di una campagna elettorale segnata da toni aggressivi, allarmismi sociali, fake news, insulti. 

venerdì 23 febbraio 2018

La Chiesa italiana dopo Ruini: i cattolici e la politica fra irrilevanza e mutamenti

Mentre l’Italia si avvia al voto in un contesto di grande incertezza in cui resta ancora una quota rilevante di ‘indecisi’, si consuma – una volta di più in questa seconda Repubblica – la fine delle appartenenze precostituite, di un elettorato fedele per ideologia, cultura, tradizione a un partito o a uno schieramento. E quello cattolico non fa eccezione. 

Desaparecidos, il percorso a ostacoli del Papa e della Chiesa per chiudere la stagione del silenzio

Un pezzo per volta, uno spiraglio dopo l’altro, gli archivi della Chiesa relativi al periodo della dittatura argentina stanno cominciando a schiudersi...
la storica leader delle abuelas de Plaza de Mayo Estela Carlotto

mercoledì 7 febbraio 2018

Macerata chiama Europa: giusto dire che si tratta di fascismo ma non basta

Se il fascismo torna di casa – e in quella che fu casa sua per giunta – non basterà urlare ai quattro venti che lo sparatore di Macerata era appunto un fascista, poiché questa verità talmente evidente che dovrebbe da sola sollevare un’ondata di repulsione morale e civile, quasi automatica, non suscita una reazione univoca. 

giovedì 1 febbraio 2018

Migrazioni: mafia e trafficanti, così muore la retorica della solidarietà

Una lunga inchiesta del quotidiano inglese ‘The Guardian’ illumina, una volta di più, il lato oscuro dell’immigrazione in Italia. La storia, in parte nota, prende spunto dal traffico di ragazze nigeriane attratte verso una vita migliore con li miraggio di un lavoro da parrucchiera, nelle pulizie o simili, e poi dirottate invece verso la prostituzione e la sofferenza.

giovedì 25 gennaio 2018

Gli ideologi della paura hanno un nemico Oltretevere. Il Papa odiato dai sovranisti

C’è una grande battaglia culturale, spirituale politica, che papa Francesco sta conducendo ormai da tempo: è lo scontro non-violento quanto decisivo nella sostanza, contro l’ideologia della paura. Il punto di caduta principale – ma non l’unico – di questa contesa si gioca intorno alla questione delle migrazioni. 

Chiesa e politica: c'è vita oltre le ong, come è nata l'intesa fra Minniti e il Vaticano

Dimenticare le ong e abbracciare Minniti: la svolta ‘realista’ della Cei sulla questione migranti iniziata nell’agosto scorso, si è completata a ridosso di Natale quando il presidente dei vescovi italiani, il cardinale Gualtiero Bassetti e il ministro dell’Interno Marco Minniti, sono andati insieme ad accogliere all’aeroporto di Pratica di Mare, vicino Roma, 162 profughi provenienti dalla Libia. 

Elezioni: la Cei non fa più la cinghia di trasmissione del centrodestra

La prolusione del cardinale Gualtiero Bassetti al Consiglio episcopale permanente, arriva a un mese e mezzo dal voto e chiarisce alcuni punti chiave del rapporto fra Chiesa e politica, Chiesa e società italiana, in un frangente particolarmente delicato per l’Italia.

martedì 9 gennaio 2018

La finanza vaticana può attendere. Molti posti chiave rimangono scoperti

 La riforma degli strategici e decisivi dicasteri e organismi finanziari vaticani, è entrata da qualche tempo in una fase di stallo. Passi avanti sì, e molti, ne sono stati fatti, le cose sono di certo cambiate in meglio nel corso del pontificato di Francesco...

lunedì 4 dicembre 2017

Diplomazia: la partita a 360° del Papa mentre il Vaticano prova a fare l'Onu

Il Papa della misericordia, dell’accoglienza, dell’informalità che smonta la retorica ecclesiale e chiede ai vescovi di stare in mezzo al popolo, è anche un sicuro sostenitore del soft-power diplomatico della Santa Sede. Le due cose in realtà non sono in contraddizione...

lunedì 27 novembre 2017

Mafia: la svolta storica della Chiesa che non ha voluto celebrare i funerali del grande boss

La decisione della Conferenza episcopale italiana di non celebrare i funerali del capo di Cosa nostra, Totò Riina, morto nell’ospedale di Parma lo scorso 17 novembre, è passata forse troppo rapidamente in secondo piano...