giovedì 9 gennaio 2014

70 anni fa veniva ordinata in Cina la prima donna prete della Chiesa anglicana

Diamo volentieri atto all’agenzia stampa della Cei, il Sir, di aver ricordato la storia della prima donna sacerdote ordinata nella Comunione anglicana. Come si vedrà, nel breve riassunto che ne fa l'agenzia ricalcando varie biografie sul web, la vicenda assume connotati ben diversi da quelli di una discussione accademica o formale. La storia concreta, la storia del cristianesimo, è più ricca e sorprendente di molti giudizi a priori.



Verranno ricordati a Londra sabato 25 gennaio con una cerimonia i 70 anni dall’ordinazione della prima donna sacerdote nella Comunione Anglicana. Si tratta della figura del reverendo Florence Li Tim-Oi: nominata diacono per servire nella colonia di Macao nella Cappella protestante, Li Tim - Oi è stata ordinata sacerdote il 25 gennaio 1944 dal vescovo di Victoria Ronald Hall. La decisione fu presa in risposta ad una crisi tra i cristiani anglicani in Cina causata dall’invasione giapponese.

Dovettero passare 30 anni prima che qualsiasi altra chiesa anglicana regolarizzasse l’ordinazione sacerdotale delle donne: pertanto all’epoca la sua ordinazione fu controversa e subito dopo la fine della guerra Li Tim-Oi riconsegnò la licenza. Andò a lavorare in una parrocchia vicino al confine vietnamita, dove fondò una casa per donne per assicurare che le bambine indesiderate venissero alla luce.

Per 30 anni nella Cina maoista, Li Tim - Oi non poté esercitare il suo sacerdozio apertamente né esprimere la propria fede cristiana. Si trasferì a Toronto ricongiungendosi ai membri della sua famiglia e lì visse fino alla sua morte nel 1992. Due anni più tardi fu fondata la Fondazione Li Tim-Oi per onorare la sua eredità lavorando per la promozione delle donne nel mondo con progetti in Paesi come Brasile, Fiji, Kenya, Pakistan, Ruanda, Sudan, Tanzania e Uganda.

Nessun commento:

Posta un commento