martedì 4 dicembre 2018

La croce e la spada: gli indios e Papa Francesco, passando per Bruce Chatwin e Pinochet

Quest'articolo è stato pubblicato sull'inserto domenicale della Provincia di Como, 'l'Ordine' , l'estate scorsa. Una sorta di resoconto sul tema indios-Amazzonia: dai rischi ambientali alle battaglie degli indigeni, dalle 'reducciones' dei gesuiti, ai massacri delle popolazioni locali. Il cammino della croce della spada, fra indipendenza e 'conquista'

“Probabilmente i popoli originari dell’Amazzonia non sono mai stati tanto minacciati nei loro territori come lo sono ora. L’Amazzonia è una terra disputata su diversi fronti: da una parte, il neo-estrattivismo e la forte pressione da parte di grandi interessi economici che dirigono la loro avidità sul petrolio, il gas, il legno, l’oro, le monocolture agro-industriali; dall’altra parte, la minaccia contro i vostri territori viene anche dalla perversione di  certe politiche che promuovono la ‘conservazione’ della natura senza tenere conto dell’essere umano e, in concreto, di voi fratelli amazzonici che la abitate”. Con queste parole, Papa Francesco, toccava il tema della presenza indigena in Amazzonia il 19 gennaio scorso in Perù, a Puerto Maldonado, parlando di fronte alle popolazioni della foresta venute ad ascoltarlo.